Home Hardware Memorie RAM Memorie RAM DDR4 Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz.

Memorie RAM DDR4 Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz.
M

Se hai deciso di assemblare un PC da zero e non sai a quale marca di RAM affidarti, ho qualche suggerimento per te. Il medesimo consiglio resta valido anche nel caso in cui tu voglia cambiare o aumentare la memoria RAM del tuo computer, ma non sai quale modello scegliere.
Qui ti propongo di valutare un modello di RAM dalle prestazioni eccezionali a un prezzo più basso della media: le Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz.

Il motivo di un prezzo così competitivo è presto detto. Le Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz coprono una grande fetta di mercato consumer con prodotti eccellenti.
E grazie al maggior volume di vendita, possono permettersi di abbassare i prezzi.

Configurazioni hardware compatibili.

Le Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz vengono progettate per computer di fascia media e medio/alta.
Una frequenza di 3000 Mhz è ben superiore rispetto al valore di fabbrica impostato dai produttori di schede madri e processori. E nel caso in cui abbiate una scheda madre con chipset capace di OverClock e un processore col moltiplicatore sbloccato, non ci sono alternative: le RAM Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz sono la scelta più conveniente.

A parità di prestazioni e di caratteristiche costruttive, difficilmente troverete banchi RAM analoghi.
Ma fate attenzione, sto parlando solamente delle Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz. I modelli della stessa marca, ma con altre frequenze (2.400, 2.666, ecc…), essendo meno richiesti, hanno un costo maggiore proprio per via dell’eccellenza dei materiali utilizzati dalla Corsair.

A sinistra la combinazione 8 Gb (2×4 Gb) e a destra la combinazione 16 Gb (2×8 Gb) di Corsair Vengeance LPX da 3000 Mhz e CL 15

  

Timing di memora RAM

la CAS-Latency indica il tempo necessario al banco RAM per predisporre la matrice più adatta a contenere i dati inviati.
Un minor valore di CL permette alla RAM di essere più veloce a parità di frequenza.
Il valore di CL è quello che, più degli altri, andrà a influenzare il timing generale del banco RAM e, di conseguenza, le prestazioni finali.

Le RAM Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz hanno un CL di 15 e non credo riuscirete a trovare un valore inferiore per banchi RAM dotati della stessa frequenza.
E sono ancora più certo che non troverete nulla di simile allo stesso prezzo.

t-RCD

Questo valore indica la velocità con cui il cursore dalla RAM (passatemi la semplificazione), una volta individuata la riga contenente il dato, riesce a raggiungere la colonna che contiene il valore cercato.
Immaginate di avere un foglio Excel: individuate la riga corrispondente a ciò che cercate e poi scandagliate colonna per colonna fino a trovare il dato di cui avete bisogno.

Le RAM Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz ci riescono in soli 17 millisecondi. E anche questo è un valore ottimo.

t-RP

Questo valore, compatibile col primo, indica il tempo necessario al cursore della RAM a spostarsi tra le righe della matrice alla ricerca della riga contenente il dato desiderato.

Anche in questo caso, le RAM Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz impiegano un tempo medio di 17 millisecondi.

t-RAS

Questo valore è un po’ più alto di tutti gli altri perché indica il tempo minimo in cui una riga della matrice deve rimanere aperta in memoria per essere interamente letta e computata.

Le Ram Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz hanno bisogno di un valore leggermente più alto della media, ma parliamo di millisecondi: in questo caso 35.

Specifiche tecniche e optional del banco RAM

Sono certo che qualcuno di voi starà pensando di andare a comparare i valori di Timing dei vari banchi RAM in commercio. Ma prima vi suggerisco di leggere questo articolo di chiarimenti tecnici sui valori di Timing delle DIMM RAM.

Forse lo sapete, o forse l’avete letto nell’articolo proposto, ma il vero valore da comparare è il tempo di accesso ai dati. Questo valore si ottiene dividendo la latenza per la frequenza.
Le RAM Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz impiegano solo 0,005 nanosecondi a computare ogni singolo dato richiesto.
Io credo che sia un ottimo valore, e voi che ne pensate?

Il banco RAM proposto nell’articolo non dispone di ECC, e quindi non subisce rallentamenti a causa di cicli per prevenire il controllo degli errori. La maggior parte dei banchi RAM consumer è non-ECC.

Le Corsair Vengeance sono unBuffered, ovvero comunicano direttamente col Chipset e col Processore senza bit di controllo aggiuntivo. Non avranno controlli di errore (Chipset e Processore son li apposta per questo), ma avranno una velocità superiore.

Le RAM Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz godono del profilo XMP 2.0. Ovvero vengono ottimizzate automaticamente dalle schede madri compatibili per ottenere le prestazioni migliori in gioco, in caso di OverClock e sotto sforzo.

Voltaggio, dissipatore e configurazione

Per finire analizziamo il voltaggio. Questa RAM, se utilizzata alla frequenza massima di 3000 Mhz, necessita di 1,35 Volt per ogni banco installato.
Nel caso volessimo usarla alla frequenza base di 2400 Mhz, necessiteremmo solo di 1.2 Volt per banco.

Il dissipatore è low-profile (ovvero di dimensioni contenute), ma perfettamente calibrato sul carico di lavoro richiesto. Inoltre previene il surriscaldamento delle RAM Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz, ed è compatibile con i Case-PC più piccoli.
La dissipazione è passiva e avviene grazie a una piastra termica in alluminio anodizzato.

Potrete trovare i banchi RAM della Corsair Vengeance LPX in due configurazioni distinte: dual e quad channel. Per prestazioni migliori vi suggerisco le Dual Channel.

Valutiamo le RAM Corsair Vengeance LPX a 3000 mhz


Frequenza e timing: punteggio 7.5/10

Contro: il valore t-RAS non è esattamente quello che avremmo sperato, ma quei pochi millisecondi di ritardo non causeranno alcun disagio.
Pro: la frequenza e la latenza permettono l’accesso e la scrittura di dati in solo 0,005 nanosecondi. Mi sembra un buon “pro”.
La velocità è scalare, e a frequenze inferiori riesce a mantenere intatte le prestazioni. In altre parole riduce il timing: a 2133 mhz cala il valore di t-RP e t-RCD a 15.


Affidabilità e optional: punteggio 7/10

Contro: la serializzazione produttiva di massa abbassa il prezzo ma diminuisce anche le qualità costruttive.
Assenza di illuminazione LED.
Pro: ha tutto ciò che viene richiesto in un Home Computer: non-ECC, unBuffered e XMP 2.0.
Inoltre, grazie al raffreddamento passivo standard, hanno una longevità superiore al previsto (personalmente testate).


Voltaggio e dissipazione: punteggio 6.5/10

Contro: la piastra di raffreddamento low-profile è nella media. Il voltaggio richiesto è standard.
Pro: ogni circuito integrato è capace di gestire in modo autonomi peaks di corrente separati.


Configurazione, package e garanzia: punteggio 7/10

Contro: manca la configurazione single-channel, ed è un vero peccato. I tagli da 4 Gb/8 Gb sulla singola DIMM sono difficili da reperire.
Pro: è garantito a vita, è presente sia il dual che il quad-channel e la confezione è compatta e ben protetta da polvere e umidità.


Rapporto qualità/prezzo: punteggio 8.5/10

Il rapporto qualità prezzo del banco RAM Corsair Vengeance a 3000 Mhz di frequenza è tra i più alti offerti sul mercato.
Infatti la coppia di DIMM da 8 Gb (quindi 16 Gb in totale) viene proposta a un range di prezzo fluttuante tra le 135 e le 120 euro. Trattandosi di memorie per Overclock moderati, mi sembra un ottima promozione.


Valutazione Complessiva: 7,3/10

A sinistra la combinazione 8 Gb (2×4 Gb) e a destra la combinazione 16 Gb (2×8 Gb) di Corsair Vengeance LPX da 3000 Mhz e CL 15

  

Consigli per la configurazione hardware

I banchi RAM proposti in questo articolo sono adatti ad ogni configurazione Hardware compresa tra la fascia medio/bassa e la fascia medio/alta.
Son solito consigliare la RAM Corsair Vengeance LPX a 3000 Mhz in sistemi AMD dal processore Ryzen 3 fino al Ryzen ThreadRipper 1920x. Mentre, su sistemi INTEL, la consiglio dal processore I3-8350K al I7-9700K.
Ma alcune eccezioni per i processori della serie Xxtreme e per l’I7-8086K dove suggerisco RAM più prestazionali, ma anche a costi superiori.

Per quanto riguarda le schede madri, le RAM Corsair Vengeance LPX a 3000 mhz sono inutili su chipset non-OC. Inoltre risultano strette a schede madri pensate per OC estremi come la Godlike di MSI o la Maximus XI di ASUS.

Le Corsair Vengeance LPX a 3000 mhz è un prodotto Home, per una fascia di utenti più esperta della media, ovvero almeno capace di settare il UEFI/BIOS in modo da valorizzare le prestazioni di queste RAM.
Infatti sono ideali per sistemi economici AMD, unico produttore capace di sfruttare RAM a frequenze elevante anche su processori di fascia medio/bassa (ad esempio il Ryzen 3 2200G del quale vi invito a leggere la recensione).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here