Home Hardware Scheda Madre Scheda Madre Asus Prime B450M-A - piccola dinamite

Scheda Madre Asus Prime B450M-A – piccola dinamite
S

Se intendete acquistare un processore AMD Ryzen 3 2200G e cercate un suggerimento su quale possa essere la scheda madre migliore da abbinare, permettetemi di indicarvi la Asus Prime B450M-A.
Riassumo tutti i motivi di questo consiglio in due sole parole: il prezzo e le prestazioni.

Procediamo con ordine e guardiamo più da vicino questo piccolo gioiellino di MoBo.
Innanzitutto il formato micro-ATX ci permette di risparmiare qualcosina sul Case-PC. Inoltre, grazie alla presenza (raro per questo formato) di ben 4 slot DIMM RAM DDR4, godremo della stessa espandibilità di schede madri con formati più estesi.

Allo stesso modo disporremo di 6 slot SATA III e di uno slot M.2 con tecnologia NVMe capace di trasferire fino a 32 Gb/s di dati.
Di rado consiglio l’acquisto di schede madri formato micro-ATX, ma in questo caso ho dovuto fare un’eccezione.

     

La gestione dell’elettricità: VRM, Mosfet, Fasi e condensatori

La scheda madre ASUS Prime B450M-A è dotata di 21 Mosfet e 7 controlli di fase. A ogni fase, quindi, corrisponderanno 3 controller di voltaggio. Inoltre, grazie alla presenza di 24 condensatori, la gestione del voltaggio risulterà ottimale anche in presenza di Overclock moderati.

Sì, avete capito bene.
Questa scheda madre, unita a un processore Ryzen 3 2200G, o a un più potente Ryzen 5 2400G, vi permetterà di effettuare una discreta maggiorazione di Clock, Multiplier e Voltaggio per incrementare le prestazioni del PC che assemblerete.

Controller di Overvolt

Per garantire una maggiore sicurezza nel caso vogliate incrementare le già prestanti impostazioni di fabbrica, la Asus Prime B450M-A aggiunge due sistemi specifici per il controllo e per la gestione dei flussi elettici.

Il primo è un MOSFET specifico di protezione attiva in caso di picco elettrico (circuito dedicato di Overvolt protection), e il secondo è il DIGI VRM, ovvero uno stabilizzatore di corrente integrato.

Devo anche sottolineare la presenza dell’ESD Guard, un sistema attivo capace di disperdere eventuali accumuli di cariche elettrostatiche.
Insomma, per quanto riguarda i voltaggi e la gestione della corrente elettrica potete considerarvi blindati contro ogni picco e ogni sovraccarico.

Connettività, storage e memorie RAM

La scheda madre ASUS Prime B450M-A è dotata di 6 porte SATA III di cui due ad angolo retto, oltre a un connettore M.2.
Il connettore M.2, se usato, occuperà due linee SATA III (in particolare la 5 e la 6), lasciando libere le altre 4.

Grazie supporto combinato NVMe e PCI-e è possibile creare un array RAID 0 con una doppia unità a stato solido, incrementando la velocità di trasferimento da 32 a 64 Gb/s. Inoltre, attraverso la ridondanza, proteggerete i dati da ogni possibilità di errore.

Questa scheda madre supporta fino a 4 porte USB 3.1 di generazione 1, e 2 porte USB 3.1 di generazione 2.
La PCI-e 16x è rinforzata in acciaio per evitare fastidiose flessioni della scheda video e gli slot disponibili per inserire i banchi RAM sono 4, supportano velocità fino a 2993 Mt/s e sono gestiti da un chokes, tre Mosfet e tre condensatori dedicati.

Navigare nel web in tutta sicurezza.

Il controller LAN è un classico Realtek® RTL8111H da 1 Gb/s protetto dal sistema ASUS LANguard contro eventuali strike di rete.
Il Chipset non integra controller Wireless o Bluetooth, quindi per avere queste funzioni è necessario acquistare schede Wireless o usb-pendrive a parte.

Il Chipset, il raffreddamento e altri optional.

La scheda madre ASUS B450M-A integra un Chipset AMD di tipo B450 capace di sostenere moderati livelli di overclock a patto di progettare un adeguato sistema di raffreddamento.
Il Chipset B450 supporta una sola scheda video, quindi se avete in programma un sistema Dual GPU dovrete orientarvi su una scheda madre differente.

Il supporto per le ventole di raffreddamento è piuttosto basilare, tuttavia, trattandosi di una scheda madre micro-ATX, possiamo ritenerci soddisfatti dei due connettori a 4-pin per le Cooling Fan di sistema e il connettore a 4-pin per il dissipatore della CPU.

Possiamo montare un raffreddamento a liquido con qualche piccolo accorgimento.
Innanzitutto dovremmo acquistare un case-pc adeguato, poi avremo bisogno di un duplicatore di porta SYS_FAN a 4-pin per la gestione delle ventole, e dovremmo modificare l’impostazione della cpu-fan in DC fornendo 12 Volt costanti di alimentazione per la waterpump integrata AIO.
Un po’ laborioso, ma fattibile.

AMD StoreMI e Aura Sync RGB

Pur essendo una scheda madre di dimensioni contenute, la ASUS non rinuncia all’integrazione dell’AMD StoreMI per trasferire il sistema operativo e i software di maggiore uso in un supporto SSD dedicato.
In parole povere, con la tecnologia StoreMI di AMD, avrete la capienza di un HDD tradizionale alla velocità di un SSD.
Sostanzialmente un clone della tecnologia Optane (della controparte INTEL) già integrata nella scheda madre.
Se consideriamo che un modulo di Optane da 16 Gb ha un costo di circa 40 euro, avere lo StoreMI già integrato è un buon vantaggio.

Infine, sulla ASUS Prime B450M-A è presente il controller Aura Sync per gestire gli effetti di luce di eventuali ventole e modding RGB.
Un piccolo vezzo di vanità per una scheda piccola solo nelle dimensioni e nel prezzo.

Chip e gestione dell’audio

Senza infamia, ma anche senza lode.
Dopotutto in una micro-ATX non c’è sufficiente spazio per controller e chipset audio particolarmente performanti. Tuttavia, la ASUS Prime B450M-A offre un onesto audio stereo 2.1, con livelli analogici e digitali separati per una migliore gestione degli effetti.

Valutiamo la ASUS Prime B450M-A


VRM e gestione dei voltaggi: punteggio 7.5/10

Contro: assenza di dissipazione passiva sui Mosfet e assenza di controller di fase dedicato al Chipset. Non adatta a Overclock esagerati.
Pro: 7 fasi di alimentazione con Mosfet high, mid e low range. Fase dedicata al voltaggio della RAM.
Condensatori a stato solido.
Mosfet high e low con condensatore dedicato alla PCI-e.
Si presta bene a Overclock moderati.
Controller di Overvolt, gestione intelligente dello Stand-By e DIGI-VRM.


Posizione dei connettori: punteggio 7.5/10

Contro: solo 2 porte SATA III su 6 sono complanari (ad angolo retto) alla scheda madre.
Il connettore USB 3.1 del frontale è scomoda da raggiungere. Una porta PCI-e 3.0 1x è inutilizzabile se viene installata una GPU a doppia altezza.
Pro: pur essendo di ridotte dimensioni, i connettori principali sono in ottima posizione, e facilmente raggiungibili dai cavi e dalle flat.
La porta PCI-e 3.0 16x è rinforzata in acciaio.
Il fissaggio al plate del Case-PC è rinforzato in acciaio.
I connettori FAN sono comodi da raggiungere.


Connettività di rete: punteggio 6/10

Contro: assenza di controller wireless e bluetooth. Nessun Lan booster.
Pro: presenza della LANguard contro i sovraccarichi di tensione e controller LAN da 1 Gb/s.


Storage: punteggio 9.5/10

Contro: nulla.
Pro: presenza di connettore M.2 NVMe, possibilità di RAID 0 tra SSD PCI-e, presenza integrata dell’AMD StoreMI, 6 porte SATA III di cui 2 ad angolo retto.


Memorie RAM: punteggio 10/10

Contro: nulla.
Pro: a parte il controller di voltaggio dedicato e le punzonature resistenti degli slot, do il voto massimo a questa features per la presenza di 4 slot DIMM RAM in una scheda madre di formato micro-ATX.


Sistema di raffreddamento: punteggio 5/10

Contro: due connettori 4-pin per le ventole di sistema sono pochini se relazionati a una scheda madre compatibile con l’overclock. Assenza di connettore per water-pump o per AIO-pump dedicato.
Pro: facilità di gestione del sistema di ventilazione grazie all’ASUS Fan-expert. Sensori separati per il monitoraggio delle temperature di aree specifiche della scheda madre. I connettori sono tutti PWM/DC.


Porte USB e I/O: punteggio 7/10

Contro: scarsa disponibilità di porte USB 2.0 e assenza di Display Port.
Pro: grande disponibilità di porte USB 3.0, 3.1 gen 1, 3.1 gen 2. La piastra I/O posteriore è un acciaio e offre sufficienti connettori per la gestione delle periferiche.
Sono presenti porte DVI, DVI-sub e HDMI.


Optional. modding e audio: punteggio 6.5/10

Contro: il sistema audio integrato ha solo due canali. Gli effetti luminosi dell’Aura Sync RGB si traducono in una spuria lucina lampeggiante sullo slot PCI-e.
Pro: L’audio stereo, pur essendo minimale, offre un suono di buona qualità. Inoltre è presente un connettore 4-pin per il controllo degli effetti RGB su altre periferiche.
UEFI/BIOS facile da usare con automazione dell’O.C. ed EZ Mode.


Rapporto qualità/prezzo: punteggio 9.5/10

La ASUS Prime B450M-A è una scheda madre con tutte le caratteristiche giuste per assemblare un PC performante a un prezzo molto economico. Questo prodotto si staglia in una fascia di mercato media e il prezzo oscilla tra le 80 e le 90 euro.


Valutazione complessiva: 7,6 su 10

     

Consigli per la configurazione hardware

Data la rilevanza delle caratteristiche costruttive e il prezzo invitante, suggerisco di associare la ASUS Prime B450M-A a un ottimo processore come l’AMD Ryzen 3 2200G.
Il Ryzen 3 2200G ha una buona GPU integrata a 8 core e 1100 mhz (la Vega 8) e vi permetterà un ottimo lavoro con gli applicativi desktop e un gaming di livello discreto.

Volendo associare al PC così assemblato una GPU dedicata, vi suggerisco di puntare sulla AMD Radeon RX 560 per trasformare questo computer in un buon PC Gaming entry-level a un prezzo decisamente economico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here