Home Tutorial Assemblare PC Video Guida: Come Assemblare un PC Video per Assemblare PC in meno di un'ora: la guida definitiva

Video per Assemblare PC in meno di un’ora: la guida definitiva
V

Come assemblare un PC da soli in casa propria.

Ora voglio farti vedere quant’è facile assemblare un PC.
Ho girato un video dettagliato su tutti i passaggi (assemblaggio e configurazione) necessari per assemblare un PC, accenderlo e farlo funzionare.
Quindi, se non hai mai assemblato un PC, con questa video guida impari a farlo.
Il video dura circa un’ora, e ti posso garantire che alla fine del video avrai tutte le basi necessarie per assemblare il tuo primo PC.

Ho cercato di essere il più dettagliato e preciso possibile, quindi spero mi scuserai se talvolta dirò delle banalità, ma ho voluto indirizzare questo video ai neofiti della materia.

Se sei già esperto e magari hai assemblato diversi PC, allora potresti trovare ridondanti le informazioni contenute nella video guida.
Ma se sei a digiuno della materia son certo che dopo aver guardato il video sarai pronto a prendere un cacciavite e assemblare il tuo primo PC.
Cominciamo?

Assemblare PC: il video

Assemblare un PC, la video guida definitiva.
Imparare ad assemblare un PC in meno di un’ora.

Le componenti Hardware utilizzate nel video

Hai bisogno di un PC desktop funzionale, potente ed economico?
Benissimo, ora che hai visto il video su come assemblare un PC, voglio darti l’esatta configurazione utilizzata durante le riprese.

Voglio anche fornirti dei link su dove, come e quando acquistare le componenti hardware che ti propongo.
Se le acquisti da Amazon, ricevi tutto direttamente a casa in meno di ventiquattro ore. Questo significa che domani stesso puoi prendere il tuo cacciavite e mettere in pratica tutto quello che hai visto nel video-tutorial.

Ma se posso permettermi un consiglio, acquista le componenti che ti propongo, riavvia il video per assemblare il tuo nuovo PC passo passo alle immagini.
Vedrai, sarà semplicissimo.

Questo PC costa meno di 500 euro.

In altre parole ti sto fornendo tutte le istruzioni necessarie per assemblare un PC a meno di 500 euro. E sto parlando di un PC adatto a qualsiasi uso.
Perfino al Gaming se decidi di installarci una scheda video dedicata.

Ma ti posso assicurare che anche senza scheda video dedicata, hai tutta la potenza di un chip grafico Radeon Vega 8, ovvero adatto a far girare la maggior parte dei videogame.

Ora, parliamo delle componenti hardware che ho scelto.

Il Processore: AMD Ryzen 3 2200G

Per questa configurazione ho scelto un AMD Ryzen 3 2200G.
L’ho scelto perché è un processore completo a un costo molto accessibile. si tratta di un quad-core capace di toccare una frequenza computazionale di 3.7 Ghz.

Supporta fino a 64 GB di RAM a 2993 Mt/s. Ha il moltiplicatore sbloccato, e quindi puoi spingerlo facilmente oltre i limiti di fabbrica. Consuma poca corrente, è molto economico e viene venduto col dissipatore di stock compreso nella confezione.

Questo processore è ottimo per le comuni funzioni desktop, per poter lavorare con la grafica (anche tridimensionale) ed è un’ottima base su cui costruire un PC Gaming.

La Scheda Madre: Gigabyte B450 I Auros Pro WIFI

Sebbene non sia una scheda madre di fascia economica, la Gigabyte B450 I Auros Pro WIFI comprende così tante funzionalità e optional che diventa la scheda madre più completa al prezzo più basso possibile.
E come dico sempre: mai risparmiare sulla scheda madre.

Ha uno slot M.2 dissipato, ha il VRM dissipato, ha 4 connessioni SATA III, ha una PCI-e, ha il bluetooth, ha il WIFI ed è molto piccola e discreta.
Inoltre, grazie al chipset B450 è pronta all’overclock, ed è compatibile con le tecnologie StoreMI e SenseMI di AMD.

Un gioiellino da cui partire, per assemblare un eccellente PC Desktop dalle dimensioni contenute.
Il costo? Molto meno di quello che in realtà vale.

Un paio di schede madri alternative

Se non hai problemi di spazio, allora ti suggerisco di optare per un PC dalle dimensioni maggiori. Magari con una Micro-ATX o una ATX Standard.

Se scegli una Micro-ATX ti consiglio di orientarti su un’eccellente ASUS TUF B450M-PLUS GAMING.
Si tratta di una scheda madre dotata di tutti i crismi necessari alla gestione ottimale dei voltaggi e dei bus di sistema. Grazie a questa scheda madre utilizzi a 100% tutte le componenti hardware del tuo PC assemblato.
A differenza della Gigabyte non hai il bluetooth e il modulo WIFI, ma guadagni due slot RAM, una PCI-e 3.0 X16 e una PCI-e 3.0 x1 in più.

In alternativa, se hai spazio da vendere (in questo caso devi scegliere anche un cabinet diverso da quello del video), puoi orientarti su una ATX Standard.
In questo caso ti consiglio di valutare l’acquisto di una MSI B450 Gaming PRO CARBON AC.
Questa scheda madre ha le medesime caratteristiche della Gigabyte usata nel video, compreso il modulo WIFI e Bluetooth.
E grazie al maggior spazio disponibile hai uno slot M.2 in più, una PCI-e X16 in più e ben 3 PCI-e x1 in più.
Inoltre puoi gestire meglio tutto il sistema di ventilazione e l’air flow management grazie alla presenza di ben 5 connettori FAN e il connettore PUMP_FAN per montare un raffreddamento a liquido.

Memoria RAM: Kingston HyperX Fury, 2666 Mt/s

Non ho voluto esagerare. D’altra parte stiamo assemblando un PC Desktop e un apparato RAM da 8 GB è ben oltre la sufficienza.
Certo, se stai pensando ad assemblare un PC Gaming, allora ti suggerisco di maggiorare la quantità e la frequenza delle RAM.

Ma andiamo con ordine.
La Kingston non ha bisogno di presentazioni. Si tratta di una marca che produce memorie di ogni tipo da oltre 40 anni.
La serie HyperX Fury è un modello base, dotato di un CAS-Latency molto efficiente e di una frequenza adeguata alle computazioni richieste.

L’alternativa RAM Gaming

Nel caso in cui tu stia già pensando a una scheda video per trasformare questa configurazione Desktop in una configurazione Gaming, allora mi permetto di consigliarti le Memorie RAM G.Skill Trident Z.

Si tratta di un modello con caratteristiche e performance superiori alle HyperX Fury. La maggior frequenza R/W viene bilanciata da un CAS-Latency di un solo nanosecondo più lento.
Ma, pagando questo piccolo prezzo, puoi contare su un apparato RAM di ben 16 GB lanciati a una velocità di 3000 Mt/s.
Ovvero con un incremento prestazionale superiore al 15%.

Il tuo processore trarrà sicuro giovamento da un accesso ai dati molto più rapido e rispondente.
E grazie ai 16 GB che ti consiglio puoi far girare tutti i giochi che preferisci al massimo della resa e del dettaglio possibile.

L’Hard Disk M.2: Kingston A1000 da 240 GB

Sempre fedele alla Kingston, come supporto per il sistema operativo e i programmi/giochi di uso più frequente, ti raccomando l’acquisto di un A1000 da 240 GB. E se ti stai chiedendo il perché, te lo spiego subito.

Ti consiglio l’acquisto di un Kingston A1000 perché è un hard disk M.2 molto affidabile, e te lo raccomando perché ha un accesso R/W molto più veloce di qualsiasi SSD. Infine mi permetto di suggerirtelo perché ha un prezzo molto accessibile.
Oserei dire “goloso”.

Di fatto, seppur superiore in caratteristiche, costa quando un SSD di buona fattura e di pari capacità.

L’Hard Disk HDD: Seagate Barracuda 1TB @ 7200 RPM

Tra i dischi ottici più affidabili, un Seagate è di certo il migliore.
Ottime caratteristiche costruttive, eccezionale longevità e grandi performance per un Hard Disk tradizionale capace di stagliarsi al top della fascia consumer.

Sebbene superato in performance dai più veloci HDD Ibridi, la scelta di un Seagate Barracuda è quantomai bilanciata e oculata.
Sul fattore prezzo non ha rivali, specialmente se paragonato alle caratteristiche prestazionali che offre.

L’Alimentatore: ThermalTake Smart RGB 500

Un piccolo vezzo di vanità.
Come sempre ho voluto condensare l’aspetto estetico, l’aspetto funzionale e l’aspetto economico in un’unica scelta. E poi ho aggiunto qualche dettaglio in più.

Per meno di 50 euro puoi acquistare un Alimentatore di buona marca, con un certificato 80 Plus e dotato di un controller RGB.
500 Watt di potenza nominale al tuo servizio.

Perché ho scelto un 500 Watt?
In realtà per un PC Desktop sarebbe bastato un più economico 350 Watt, ma per un piccolo risparmio di spesa avremmo perso una caratteristicha che (a parer mio) è fondamentale in un PC Assemblato: la scalabilità.

Una scelta scalare.

Che cos’è la “scalabilità”? Cosa vuol dire “scelta scalare”?
Un PC scalabile è un PC che puoi potenziare a piacimento senza dover cambiare tutta l’architettura hardware.

Il tempo cambia le necessità e i gusti. Ci vuol poco a trasformarsi da esseri morigerati in belve assetate di tecnologia. E quando questo accade, perché buttar via tutta la tecnologia vecchia per dare spazio a qualcosa di nuovo?

Un alimentatore da 500 Watt, una scheda madre con chipset B450 e un processore dal moltiplicatore sbloccato offrono centinaia di possibilità di upgrade.
Acquista una scheda video dedicata, e trasformi il tuo PC Desktop in un PC Gaming. Acquista un Ryzen 7 2700X, e trasformi il tuo PC Gaming in un buon PC Workstation.

Ecco cosa significa “PC scalare”.
Se vuoi di più, ti basta cambiare un pezzo invece dell’intera macchina.
Furbo, vero?

Il Cabinet: CoolerMaster Q300L

Ho scelto un Cooler Master perché è un’ottima marca che pratica prezzi accessibili, e ho scelto un Q300L perché è un cabinet piccolo, ma con grandi potenzialità.
Fai attenzione, questo cabinet è compatibile solo con schede madri di formato Mini-ITX e Micro-ATX.

La prima caratteristica che guardo nella scelta di un cabinet è l’architettura: se ho abbastanza spazio per il cable management e abbastanza fori per non intasare la room principale di cavi, allora so che è un buon cabinet.

Poi dedico un’occhio alla qualità dei materiali. Qui il Q300L mi ha un po’ deluso, ma avendo passato a pieni voti il primo esame, son stato più tollerante del solito.
Non fraintendermi: le lamiere son abbastanza rigide e spesse, ma la scelta di un pannello acrilico al posto del vetro temprato mi ha fatto storcere il naso.
D’altra parte, il pannello acrilico è molto spesso e resistente, per cui mi son convinto nella scelta.

Infine osservo le finiture costruttive, il front-panel e l’estetica generale.
E anche qui il CoolerMaster Q300L ha preso un’ampia sufficienza.
Quindi l’ho approvato.

L’alternativa di un Cabinet ATX Standard

Nel caso in cui tu voglia scegliere una scheda madre ATX Standard, ti devi orientare su un cabinet diverso.
E ora te ne consiglio uno.

Ovviamente per questo consiglio ho fatto le medesime valutazioni e sono giunto alla conclusione che uno Sharkoon S25-W è la scelta più conveniente.

Conveniente perché è un cabinet professionale, costruito con materiali superiori rispetto al CoolerMaster Q300L, con un ottima gestione degli spazi della room principale e un numero sufficiente di aperture per garantire una visuale organizzata, libera e pulita.

Sebbene tra lo Sharkoon e il CoolerMaster io preferisca il primo, voglio anche considerare che l’unico motivo per scegliere una scheda madre micro-ATX o mini-ITX è l’assenza di spazio in casa.
Pertanto l’unica discriminante tra la scelta dell’uno o dell’altro è: quanto spazio puoi o vuoi dedicare al computer.

Quindi, se in casa hai spazio sufficiente, allora scegli lo Sharkoon con la scheda madre ATX della MSI. Se vuoi o devi risparmiare spazio, allora orientati sulle altre opzioni.

Trasformare il PC Desktop in un PC Gaming

Se vuoi trasformare questa configurazione in un PC Gaming ti basta aggiungere una scheda video dedicata.
E ora vediamo quale scheda video ti conviene scegliere.
Naturalmente baso la “convenienza” su alcuni fattori chiave come le tue esigenze di Gaming, la qualità dell’hardware e la tua disponibilità di spesa.

La scelta economica

Se non vuoi spendere tanto, ma vuoi giocare bene, il meglio che posso consigliarti per la migliore resa possibile è una Zotac GTX 1050 TI Mini.
Questa scheda video ha un costo molto accessibile e conveniente se paragonato alle performance che offre.

Va bene con entrambe le soluzioni: mini-PC o maxi-PC.
Ha ben 4 GB DDR5 di video RAM dedicata e una frequenza di clock ben superiore ai 1500 Mhz. Con questa scheda video fai girare tutti i migliori videogame in commercio e le uscite più recenti senza accettare alcun compromesso grafico.

La scelta bilanciata

So che non vuoi spendere tutto lo stipendio, ma so anche che vuoi giocare con tutti i dettagli impostati su “Ultra” a una risoluzione Full HD senza scendere mai sotto ai 60 FPS.
Ho ragione?

Bene, allora ti devi orientare su una nuovissima MSI Nvidia GTX 1660 TI con 6 GB DDR6, ovvero un apporto di Video RAM molto superiore rispetto a una già performante (ma più “datata”) GTX 1060.
Ho sentito paragonare la GTX 1660 alla RTX 2060 senza il Ray Tracing: sono d’accordo.
in Full HD è una scheda madre capace di mantenere gli 80 FPS minimi con tutti i giochi a dettagli “Ultra”. E a risoluzioni superiori si sa difendere a dovere.
Tuttavia devo avvisarti che non è una scheda video pensata per il 4K, ma se accetti qualche compromesso di resa grafica, puoi giocare anche a quella risoluzione.

E il prezzo?
Beh, per ciò che offre è un’occasione imperdibile.

La scelta di qualità

Con questa scheda video puoi giocare a risoluzioni ben oltre il Full-HD con dettagli “alti”, pretendendo una totale e suprema fluidità di gioco.
E in più hai anche il Ray Tracing.

Sto per consigliarti di acquistare una scheda video dal costo importante, ma capace di una qualità senza paragoni.
Ricorda che stiamo assemblando un PC dotato di processore Ryzen 3, e quindi la scelta più conveniente non può essere altro che una ASUS Rog Strix RTX 2070 OC Edition.

Il Ryzen 3 è sottodimensionato per le Titan high-end e anche per gli XX80 di Nvidia. Tuttavia è un processore capace di supportare efficacemente la richiesta computazionale di una RTX 2070 o di una più morigerata RTX 2060.

Con le RTX giochi in 4K senza troppi compromessi, ma se ti accontenti del Full-HD, allora puoi spaziare con ogni gioco e divertirti alla grande.

Un ultimo suggerimento per l’upgrade Gaming ideale.

La configurazione che ti ho presentato è capace di lavorare sotto ogni condizione di stress. Gode infatti di un buon processore.
Il Ryzen 3 di 2° generazione è una CPU tanto efficiente quanto economica. Ottima per gli usi quotidiani e ottima per le computazioni più “spinte”.

Ma, se vuoi un computer gaming ancor più equilibrato e performante, con una maggiorazione di circa 100 euro sulla spesa preventivata, puoi acquistare un Ryzen 5 2600X.
Questa CPU non ha un processore grafico integrato, pertanto dovrai acquistare una scheda video a parte.

La AMD, infatti, ha pensato il Ryzen 5 2600X come un processore puro.
Ovvero un processore dedicato alle sole computazioni. Pertanto, tutta la potenza di calcolo di questo processore è dedicata a risolvere le più complesse operazioni logiche, senza per questo doversi “occupare” anche della restituzione video.

In altre parole, con la combinazione dei Ryzen 5 2600X e una buona scheda video dedicata, assembli il miglior PC Gaming del mercato attuale.
Ovvero il PC Gaming dalla configurazione più equilibrata possibile.

Non ultimo, grazie alla presenza di un Ryzen 5 2600X e magari di una GTX 1660 Ti, hai un computer da Gaming molto potente (ben superiore alle comuni console Nintendo, Microsoft o Sony) a un prezzo inferiore alle 1000 euro.

Alcuni consigli su come assemblare un PC

Siamo giunti alla fine dell’articolo del video su come assemblare un PC, e per approfondire l’argomento principale, voglio consigliarti di leggere alcuni articoli dedicati al come si assembla un PC.

Nel blog trovi una sezione dedicata all’assemblaggio seguendo questo link: Gli articoli per assemblare e configurare un PC.

Inoltre ho sviluppato un tutorial testuale su come si assembla un PC.
Seguendo il link proposto puoi iniziare un percorso lungo alcuni articoli che ti porterà a comprendere meglio (specialmente dopo aver visto il video) il mondo dell’assemblaggio.

Infine ho girato e continuerò a girare dei video tutorial su varie tecniche di assemblaggio PC. Li puoi trovare sul mio canale di youtube, o in questa sezione dedicata ai video tutorial di questo blog.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here