Home Cucinare Primi piatti Gnocchi di patate fatti in casa

Gnocchi di patate fatti in casa
G

Ai quattro formaggi, burro e salvia, pomodoro e basilico, al ragù, alla sorrentina. Gli gnocchi di patate sono un piatto semplice della tradizione italiana che incontra sulle nostre tavole tantissimi condimenti che gli si addicono. Ti viene in mente un sugo che non si sposa con gli gnocchi? A me no. Si possono mangiare veramente in tutte le salse.
E allora perché comprare quelli del supermercato?
Lo so, sei sempre di corsa e non hai abbastanza tempo.
Dicevo anch’io così. Ma prova una volta a farli con le tue manine e ti renderai conto che tra gli gnocchi fatti in casa e quelli confezionati non c’è paragone.
Nonostante possa sembrare il contrario, la ricetta degli gnocchi di patate fatti in casa è semplice e veloce. Proviamo?

Ingredienti per 4 / 6 persone

  • Patate: 1 kg
  • Farina 00: 300 gr
  • Uovo: 1
  • Sale: Q.B.

L’uovo non è un ingrediente fondamentale.
Si usa per il suo potere legante ma se le patate sono farinose e hanno una buona consistenza, anche nella versione vegana i tuoi gnocchi non si sfalderanno.

Lessa le patate ancora con la buccia in abbondante acqua. Quest’operazione richiederà circa 30-40 minuti a seconda della grandezza delle patate. Assicurati che siano cotte introducendo in una patata i rebbi della forchetta, se entrano senza difficoltà allora puoi scolarle.

Impastiamo in punta di dita.

Senza togliere la buccia inserisci una patata per volta nello schiacciapatate e unisci la poltiglia ottenuta alla farina che avrai precedentemente versato su una spianatoia.
Aggiungi l’uovo leggermente sbattuto insieme a un pizzico di sale.
Impasta il tutto con le mani fino ad ottenere un composto morbido ma compatto ed elastico.
Infarina la spianatoia, preleva una parte dell’impasto e stendila con le dita ottenendo dei filoncini spessi circa 2 cemtimetri e lunghi una ventina.
Prendi un coltello fai dei piccoli tocchetti.

Io li lascio così perché sono pigra ma se vuoi dare ai tuoi gnocchi di patate la tipica forma rigata procurati un riga gnocchi o trascinali sui rebbi di una forchetta.

     

Appoggia un canovaccio infarinato su un vassoio e sistemaci sopra i tuoi gnocchi non appena tagliati e rigati, assicurandoti di posizionarli ben distanziati tra loro.
Versa i tuoi gnocchi in abbondante acqua salata in ebollizione. Quando verranno a galla saranno pronti.
Scolali con una schiumarola e versali nel condimento da te scelto.

Non sottovalutare la scelta delle patate. Prediligi quelle farinose e a pasta bianca. Sono più semplici da lavorare e contengono meno liquidi rispetto alle altre. Avrai così un impasto asciutto e consistente e gli gnocchi non si sfalderanno durante la cottura. Escludi le patate novelle.
Non far raffreddare troppo le patate prima di unirle alla farina. E’fondamentale lavorare l’impasto quando le patate sono ancora tiepide.

Conservazione

L’ideale è farli e mangiarli subito o comunque entro poche ore dalla preparazione. Se passa troppo tempo l’umidità può contribuire al loro sfaldamento.
Se ne hai fatti troppi puoi congelare quelli che non cucini. Sistemali su una teglia distanziati l’uno dall’altro e mettili nel congelatore. Una volta congelati trasferiscili nei sacchetti gelo per alimenti. Quando deciderai di mangiarli versali in acqua bollente salata ancora congelati.

Un po’ di fantasia

Se vuoi puoi utilizzare diversi tipi di farina. Ad esempio mischia la farina 00 con quella di castagne, oppure sostituiscila totalmente con la farina di ceci.
Se vuoi dare un po’di colore ai tuoi gnocchi, aggiungi all’impasto la curcuma, un pizzico di passata di pomodoro, erbette varie, spinaci, carote, barbabietole.
Insomma, se ci hai preso gusto puoi farne di tutti i colori.
Divertiti e buon appetito!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here