Home INTEL 5. Extreme PC Gaming INTEL "Extreme": il miglior hardware di Marzo 2019

PC Gaming INTEL “Extreme”: il miglior hardware di Marzo 2019
P

Un gran PC Gaming. La migliore configurazione hardware possibile nel più alto rapporto tra qualità e prezzo

Se stai leggendo questa pagina, allora sei un Gamer serio. Oserei dire un “Pro”.
Scegliere un PC Gaming Intel “Extreme” ti rende un vero appassionato di videogiochi.
So che ti piace accendere il tuo PC Gaming, sentire le ventole aspirare aria, vedere i LED del Cabinet illuminarsi e avviare una partita al tuo gioco preferito. Vero?
Magari in 4K, vero? E con textures “ultra”.
Vero?

E ti piace anche farlo in fretta. Voglio dire, ti piace accendere il PC e trovarlo già pronto entro un paio di secondi. Inoltre so che se decidi di assemblare un PC Gaming di questo livello, vuoi anche giocare in 4K nativo a 60 FPS costanti. Ho ragione, vero?

E non dimentichiamoci i dettagli settati a “Ultra”.
Benissimo. Ora ti propongo un PC Gaming Intel capace di fare tutto questo senza alcun compromesso. Un High-End potente, affidabile e oltremodo longevo.
Un PC di questo livello fa girare ogni videogioco senza alcun compromesso grafico. D’altra parte ho intenzione di installare una Scheda Video RTX 2080 e un bel Intel Core I9-9900K.

La spesa: cercherò di assemblare questo PC con meno di 2200 euro.
Lo so, 2200 euro son molti. Ma se guardi il mercato dei PC Manifactured, non sarai in grado di trovare nessun PC di pari potenza e pari spesa.
Garantito.

Dovrai assemblare questo PC Gaming per conto tuo.

E questa è la parte divertente. Almeno, a me piace da matti.
Anche se i manifactured costassero di meno (impossibile), assemblare un PC Gaming di questa caratura è così divertente, che comprerei comunque i componenti hardware proposti e lo assemblerei per conto mio.
Sarà come giocare coi mattoncini Lego. O col “Meccano”, per chi lo ricorda.

E quando hai finito di montare questo gioiello di PC Gaming, ti sentirai un re. Non so te, ma io son sempre felice di assemblare un PC High-End. Dà soddisfazione.
E a te piace sentirti soddisfatto, non è così?
Clicca sul link che ti propongo di seguito se vuoi qualche consiglio su come assemblare un PC.

Non perdiamoci in chiacchiere e cominciamo.
Innanzitutto ti propongo la configurazione sintetica del PC Gaming Intel Extreme, ovvero le componenti hardware che dovrai acquistare per iniziare ad assemblare questa poderosa macchina da gioco.

La Configurazione Hardware in sintesi.

Di seguito ti elenco una build per assemblare un PC Gaming oltremodo efficiente. Una macchina che offre gusto e soddisfazione per ogni “palato” sopraffino.
La spesa complessiva per tutto questo hardware è di 2200 euro circa.
Naturalmente questo PC Gaming non ti serve solo per giocare: è ottimo anche come workstation per grafica, montaggio video e rendering molto complessi.

  • Processore: Intel Core I9-9900K (8 Core e 16 thread) a 5.0 Ghz
  • Dissipatore CPU: Corsair Hydro H100i, radiatore da 240 mm
  • Scheda Madre: Asus Rog-Strix Z390-F Gaming
  • Scheda Video: GigaByte RTX 2080 GV-N2080 8GB Vram DDR6
  • Memoria RAM DDR4: G.Skill Trident RGB 3200 Mhz 2x8GB
  • Hard Disk: M.2 Western Digital Black NVME da 250 GB
  • Hard Disk: Seagate Barracuda da 1 TB, 7200 RPM
  • Alimentatore: ThermalTake Smart Pro, modulare, 750 Watt
  • Case PC Cabinet: ThermalTake Core X71
  • Ventola Cooling Fan: 1 Front Fan – ThermalTake riing 14 blue
  • Ventola Cooling Fan: 4 x ThermalTake PL12BU

Una rapida analisi del prezzo di questo PC Gaming Assemblato

Oggi è il 24 Febbraio 2019. La data è importante perché i prezzi dei componenti hardware cambiano in fretta. Devo, quindi, riferirmi ai listini odierni per fare un’analisi generale dei costi.

Si tratta di componenti di alto livello e quindi ancor più volubili di prezzo. Sono certo, tuttavia, che girando per la rete di internet, riuscirai ad acquistare queste componenti al prezzo più basso possibile.

In questa rapida analisi dei costi, userò i listini di Amazon. Tieni bene a mente che Amazon, oltre a venderti l’hardware, ti garantisce consegne rapide, affidabili e puntuali.
Inoltre ha un servizio di assistenza molto efficiente. Sia per problemi vari che per semplici ripensamenti, accetta il reso dei prodotti fino a 30 giorni dopo l’acquisto.

Che vuol dire?
Significa che se non ti piace, non lo vuoi più o ha un difetto, puoi impacchettare il prodotto e spedirlo indietro.
Entro poche ore dalla restituzione, Amazon ti accredita i soldi spesi. Senza fare domande e senza fare questioni.

Ma attenzione, questo servizio è molto più efficiente sui prodotti venduti direttamente da Amazon. Quindi, visto che stai comprando dell’hardware piuttosto costoso, ti consiglio di affidarti a un rivenditore efficiente.
Dopotutto la sicurezza non ha prezzo. Non trovi?

Prezzo dell’hardware proposto

  • 565,00 Euro : Intel Core I9-9900K
  • 235,00 Euro : Asus Rog Strix Z390-F Gaming
  • 760,00 Euro : GigaByte RTX 2080 N2080 Gaming OC
  • 99,00 Euro : Corsair Hydro H100i
  • 155,00 Euro : G.Skill Trident RGB 3200 Mhz, 16 GB (2x8GB)
  • 81,00 Euro : HDD M.2 Western Digital Black NVME, 250GB
  • 40,00 Euro : HDD Seagate Barracuda 7200 RPM, 1 TB
  • 91,00 Euro : PSU ThermalTake Smart Pro 750 Watt
  • 162,00 Euro : Cabinet ThermalTake Core X71, Full Tower
  • 17,00 Euro : 1x SYS_FAN ThermalTake Riing 14
  • 48,00 Euro : 4x SYS_FAN ThermalTake PL12BU

Totale: Circa 2.207 Euro.

E visto che i listini dei prezzi cambiano in fretta, ti preparo un paio di tool utili per ottenere il prezzo definitivo e aggiornato in questo momento.
Prima ti elenco le componenti hardware proposte con relativi prezzi e disponibilità su Amazon, e al termine troverai un bottone per aggiungerle con un solo click al tuo carrello di Amazon.

Attualmente non sono riuscito a mantenermi sotto alle 2200 euro, ma basta orientarsi su un Cabinet differente, come il ThermalTake P3 ad esempio, e risparmiare quei 50 euro che fanno sempre piacere.
Ad ogni modo, una configurazione hardware di questo calibro vale ogni euro dei 2.207 spesi. Te lo assicuro.

Ora, se vuoi un preventivo più efficace, aggiungi tutti i prodotti al carrello di Amazon (cliccando sul bottone qui sotto) per verificare il totale.
Poi decidi se acquistare tutto subito, e ricevere i componenti hardware domani stesso, oppure se cercare altre offerte in giro per la rete.

Se vuoi cercare offerte in giro per la rete, continua a leggere. Nella descrizione di ogni componente hardware della build proposta includerò un link verso Idealo.
Cos’è Idealo?
Idealo è un comparatore di prezzi molto efficiente.

Il Processore: Intel Core I9-9900K

Ti sto proponendo di acquistare il processore top di gamma nella fascia consumer di Intel. Il Core I9-9900K, nato dal felice esperimento dei Core I7-8086K, è il secondo processore al mondo in grado di raggiungere una frequenza operativa di 5.0 Ghz.

E sai che significa?
Significa che questa CPU è in grado di computare 5.000.000.000 (sì, esatto. Cinque miliardi) di operazioni al secondo. E computa un livello affine di operazioni con 8 Core distinti, capaci di arrivare (all’occorrenza) fino a 16 Thread.

Inoltre è un processore dotato di un’elevata cache L3 intelligente: ha 16 mb. E per la fascia consumer sono davvero tanti.
Dopotutto è pur sempre un octa-core: ha tanta fame di calcoli da risolvere!

Si tratta di un processore appena nato, la sua release ufficiale sul mercato è avvenuta poco prima di natale 2018. Questo garantisce un lunghissimo supporto di Intel al debug e ai potenziamenti BIOS futuri.
In altre parole stai per assemblare un PC che ti durerà almeno dieci anni. E semmai decidessi di rivenderlo, potrai rientrare di una buona percentuale della spesa odierna.

Core I9 9900K, la massima potenza di calcolo

Questo processore ha 8 Core fisici e 16 Thread. In parole povere, è come se avesse 16 cervellini pensanti, capaci di operare conti. Ogni cervellino è in grado, da solo, di raggiungere i 5 miliardi di operazioni al secondo.

Naturalmente, quando i 16 Thread sono chiamati a lavorare contemporaneamente, la frequenza computazionale cala a 3,6 miliardi. Ma, pensaci un istante, 16 Thread che calcolano 3,6 miliardi di operazioni al secondo ciascuno, sono un totale di 57,6 miliardi di operazioni.
Ogni secondo.

La gestione della RAM nei Core I9 9900K

Questa spaventosa potenza di calcolo è in grado di gestire fino a 128 GB di memoria RAM DDR4 a una frequenza di 2.666 Mhz.
Lo standard consumer di Intel non era mai arrivato a tanto. In altre parole, questi sono numeri degni della serie Extreme.

Altre cose che dovresti sapere prima di acquistare un Core I9 9900K

Il difetto di questo processore è il basso numero di lines PCI-e che supporta. Solo 16. Ovvero non è un processore indicato per una configurazione dual-GPU.
Ma, a parte questo piccolo difetto, tutte le altre caratteristiche sono davvero sorprendenti.

Non ultima, la presenza di una UHD 630, ovvero di una scheda video integrata capace di 1.2 Ghz di potenza computazionale grafica. Certo, so che non la utilizzerai mai visto che stai per installare una RTX 2080, ma all’occorrenza sai che c’è.

Infine, il Core I9 9900K ha tutti gli optional di sicurezza e di boost progettati da Intel. E quindi hai lo SpeedSteps, l’Hyper-Threading e il Boost 2.0 attivi. Inoltre hai anche il Boot-Guard e l’OS-Guard a protezione di attacchi hacking indesiderati.

Ora, se vuoi ulteriori informazioni sul Core I9 9900K vai sul sito di Intel a questo link. Invece, se hai deciso di acquistarlo e vuoi confrontarne i prezzi in rete, ti consiglio di rivolgerti a Idealo cliccando su questo link.
E se vuoi comprare il Core I9 9900K su Amazon, allora clicca qui.

Dissipatore CPU liquido: Corsair Hydro H100i

Un gran processore ha bisogno di un ottimo dissipatore. E visto che il Core I9 9900K si presta egregiamente all’overclock, direi che un dissipatore a liquido è d’obbligo.
Niente di Custom Loop, per carità. Ma un bel sistema integrato con pompa AIO è ciò che fa al caso tuo.

Perché non un Custom Loop?
Beh, se ti piace l’estetica, allora procedi pure con un Custom Loop Watercooling. Ma hai presente quanta manutenzione dovrai fargli? E hai idea del costo? E del rapporto tra costo e prestazioni?
Se vuoi il mio consiglio: io lo eviterei.

La dissipazione a liquido e il Core I9 9900K

Il Corsair Hydro H100i, o un modello superiore, offrono un eccellente sistema integrato ed economico per dissipare il Core I9 9900K. E dopo potrai tentare i tuoi overclock più estremi.
Inoltre devi anche sapere che il processore Core I9 9900K utilizza (finalmente) una saldatura in lega metallica (STIM), al posto della pasta di congiunzione, tra lo Spreader e il Die. Ovvero tra la placca metallica di dissipazione termica e il plate di silicio della CPU.

A che serve?
Lo STIM serve ad incrementare la capacità del processore a disperdere calore. D’altra parte in questo processore vivono 8 core. Due in più della generazione precedente: il calore generato è almeno del 35% superiore.

Direi che una buona dissipazione a liquido è più che necessaria.
E il Corsair Hydro H100i è il prodotto giusto. Costa relativamente poco e rende davvero tanto. Oltretutto non ha bisogno di manutenzione (a parte un po’ d’aria compressa sulle ventole, di tanto in tanto)

Caratteristiche tecniche del Corsai Hydro H100i

La forza di questo prodotto risiede nella grande tecnologia inclusa. Per un centinaio di euro acquisti un Watercooling AIO di livello decisamente superiore.
Hai il controller termico integrato nel Waterblock e una porta di connessione per agevolare lo scambio di dati con la scheda madre.

Ha una solida staffa di montaggio con un backplate molto resistente.
Gode di guarnizioni ultra-efficienti che impediscono l’evaporazione del liquido e garantiscono migliaia di ore di utilizzo.

Inoltre ha il waterblock in Rame e il radiatore in Alluminio. Un bel radiatore da 27 mm e due ventole potentissime: 2700 RPM e 77 CFM. Ora, le ventole installate, oltre a raffreddare il processore, sono di grande supporto all’air-flow management dell’intero cabinet.

Cose che devi sapere prima di acquistare il Corsair Hydro H100i

Tra i difetti possibili di questo sistema posso annoverare la bassa pressione statica delle ventole (4 mm/H2o è un valore un pelino basso) e il 37 Db di rumorosità sono un po’ elevati.
Ma tutto viene perdonato grazie all’altissima qualità costruttiva di ciò che conta davvero: Waterblock e Radiatore. Eccezionali e indistruttibili.

Ti basta togliere questo prodotto dalla confezione, montarlo a dovere e scordarti di averlo per alcuni anni. Certo, il rumore delle ventole sarà sempre pronto a ricordartelo, ma … dammi retta: passaci sopra.
E poi, a un prezzo del genere, non troverai molto di meglio in circolazione.

Se vuoi leggere le specifiche tecniche sul sito produttore Corsair, clicca qui. E se vuoi comparare i prezzi dell’Hydro H100i, allora vai su Idealo.
Il prezzo che propone Amazon è molto buono (almeno ad oggi). Io ti consiglio di approfittarne finché dura l’offerta. Acquista su Amazon.

La Scheda Madre: ASUS Rog-Strix Z390-F Gaming

Non so se conosci il significato dell’acronimo R.O.G. che Asus utilizza per alcuni componenti hardware che produce. Ma se non sai che significa, te lo dico io.
Rog sta per: Republic of Gamers. La repubblica dei giocatori.

Da qui puoi dedurre che la ASUS Rog Strix Z390-F Gaming è una scheda madre pensata, progettata e costruita per PC Gaming particolarmente potenti.
Difatti gode di tutte le caratteristiche di una scheda madre High-End. Forse perché la ASUS Rog-Strix Z390-F Gaming è una scheda madre High-End.

La gestione dell’energia: il VRM.

VRM dissipato da eccezionali blocchi lamellari di alluminio purissimo. Dieci controlli di fase con Choke ad alta potenza. Tecnologia DrMOS integrata dal chip DIGI+ capace di erogare la giusta potenza high-side e low-side necessaria al miglior funzionamento del processore.

Condensatori ad alta capacità, in grado di supportare pressioni di carico del 110%. Ovvero 10 punti oltre il massimo.
Impedenza elettrica ridotta grazie ai connettori Molex ProCool di ultima generazione.
Insomma, sul versante della gestione dei voltaggi, la ASUS Rog Strix Z390-F Gaming è particolarmente efficiente.

Gestione delle temperature ed Heat Controller

Questa scheda madre garantisce il miglior supporto possibile al raffreddamento del tuo PC. Oltre alla dissipazione passiva di VRM, Chipset e hard disk M.2, sul plate della Rog-Strix hai ben 6 connettori per ventole FAN dedicate ai vari componenti hardware installati.

Hai un connettore per la pompa AIO integrata, che è il dissipatore utilizzato in questa build. Hai anche il connettore per la ventola specifica dell’hard disk M.2 e di tutte le altre ventole di sistema.
Ma se vuoi trasformare il tuo PC in un condizionatore d’aria, allora la ASUS include anche un replicatore di porte PWM/DC per aggiungere altre tre SYS_FAN al computer.

Altre cose da sapere prima di acquistare una Rog-Strix Z390-F Gaming

Hai un Dual PCI-e slot per inserire altrettanti hard disk M.2 NVMe. Fai attenzione, solitamente le schede madri con un Dual slot M.2 ne riservano uno per la connessione SATAIII. La ASUS, sempre attenta ai dettagli, non fa questo errore.

E se ti piace l’OverClock, sappi che questa scheda madre supporta frequenze RAM fino a 4.266 Mhz. Oltre, naturalmente, a un VRM capace di affrontare sfide davvero estreme.

Inoltre hai dei controller audio integrati capaci di gestire il Dolby Surround nativo, gli effetti Aura Sync per gli effetti luminosi e la completa compatibilità con il 2-way SLI di nvidia o con il 3-way CrossFire di AMD.

Come sempre, prima di procedere all’acquisto, controlla i dettagli e le specifiche tecniche della ROG-STRIX Z390-F Gaming sul sito di ASUS.
Poi, se vuoi renderti conto delle offerte in rete, vai su Idealo per una veloce comparazione dei prezzi.
E se ritieni che Amazon ti faccia una buona offerta (grazie anche alle garanzie su spedizioni e resi), allora acquista subito la tua ASUS Rog-Strix Z390-F Gaming.

La Scheda Video: GigaByte RTX 2080 Gaming OC

Secondo te, il processore grafico Nvidia RTX 2080 ha bisogno di presentazioni?
A oggi è l’indiscusso leader del mercato consumer e grazie all’uscita delle solite nuove tecnologie irraggiungibili, il suo prezzo è stato notevolmente ridimensionato.

La tecnologia Nvidia RTX, ovvero il Ray-Tracing, è ancora scarsamente supportata dai videogiochi attuali. Di certo gli old style non ne hanno nemmeno sentito parlare, ma il punto è proprio questo.

La RTX 2080 di GigaByte ha un processore grafico capace di supportare una “tecnologia futura”, ovvero è una GPU pensata per il gioco in 4K nativo (che è differente dall’interlacciato) e, soprattutto, progettata per supportare ben altri calcoli e ben altri stress.

In altre parole, il processore grafico RTX 2080 di Nvidia è capace di divorare tutti i videogame attuali sprovvisti di Ray-Tracing e di supportare egregiamente i videogame ancor più moderni che hanno implementato il Ray-Tracing.
Lascio alla sempreverde wikipedia l’onere di spiegarti, in dettaglio, cos’è il Ray Tracing. Segui questo link.

L’architettura della GigaByte RTX 2080 Gaming OC

La GPU RTX 2080 è oramai diffusa nelle architetture delle schede video prodotte dalle marche più blasonate del settore. Il livello di integrazione e di supporto, quindi, è ottimale e soprattutto affidabile.
Solitamente diffido dall’acquisto dell’ultima GPU appena uscita sul mercato: non ho voglia di spendere circa il doppio per un prodotto ancora in fase di debug.

Il processore grafico della GigaByte è pensato per superare gli 1.830 Mhz di frequenza computazionale. Un buon risultato visto il reference di fabbrica a 1.700 Mhz.
Inoltre, grazie al supporto delle memorie DDR6, gode di un bus transfert elevatissimo: 14.000 Mhz.
Quasi il doppio delle solite DDR5. E la quantità disponibile di VideoRAM è invariata: ben 8 GB.

Il sistema di raffreddamento della GigaByte RTX 2080 Gaming OC.

Ma ciò che distingue un modello dall’altro non è tanto l’overclock del processore grafico, quanto il sistema di raffreddamento. La Gigabyte è riuscita a confezionare un ottimo prodotto grazie al backplate metallico, alle 3 ventole da 82 mm e alle 6 HeatPipes.

Ogni ventola inoltre gode di una propria porzione di radiatore, e gira con moto inverso rispetto all’altra. Le due esterne in senso orario, quella centrale in senso antiorario.
Grazie al moto inverso, le ventole di questa scheda video creano un vortice push&pull di aria capace di un ampio indice di dissipazione.

Inoltre, le 6 HeatPipes sono progettate per massimizzare (o maxare, come dicono gli anglofoni bravi) il coefficiente di trasferimento termico. Il refrigerante lambisce la superficie del tubo ad alta pressione, grazie all’ottimo sistema costruttivo.
Infine, le HeatPipes sono ottimamente distribuite tanto sulla GPU, che sulle VRAM che sui MOSFET per garantire la migliore dissipazione termica possibile.

Ciò che devi sapere prima di acquistare la GigaByte RTX2080 Gaming OC

Non sarà blasonata come ASUS o MSI, ma la GigaByte, specialmente negli ultimi anni, sta producendo hardware di grande qualità.
Ciò che difetta in questa scheda rispetto alle ASUS o alle MSI è il supporto driver/software. Di certo non mancano gli strumenti per la configurazione, per l’aggiornamento e per la gestione dell’overclock, ma rispetto ai software distribuiti da ASUS ed MSI, quelli di Gigabyte sono meno precisi.
Seppur egualmente affidabili.

L’enorme vantaggio che mi fa preferire questa features di scheda video ad altre più blasonate è il prezzo. La Gigabyte propone un’architettura di tutto rispetto a circa 100/150 euro in meno rispetto alla concorrenza.

Pertanto, prima di procedere all’acquisto, clicca qui per conoscere le specifiche tecniche della GigaByte RTX 2080 Gaming OC direttamente sul sito del produttore. Poi compara i prezzi proposti dalla rete di internet per questa scheda video.
E infine, se l’offerta di piace, acquistala su Amazon per usufruire delle migliori garanzie (soddisfatti o rimborsati) del mercato.

Memoria RAM DDR4: G.Skill Trident RGB da 3200 Mhz

Facciamo un salto di qualità. La G.Skill fa ottime memorie RAM. E le fa anche belle. In un cabinet adeguato, il led RGB delle G.Skill offre degli ottimi effetti di luce.
Ho scelto la configurazione da 3200 Mhz sia per contenere i costi, quanto perché non credo che avrai bisogno di nulla di più.

3200 Mhz è una buona frequenza da overclock. Il supporto eXtreme Memory Profile 2.0, inoltre, garantisce il massimo transfer rate dei dati. E i 16 GB che ti suggerisco di installare sono ben oltre la sufficienza per far girare il 100% dei videogiochi moderni.
Inoltre il CAS-Latency di 16 è perfettamente allineato coi risultati raggiunti dai competitor.

Tra l’altro non mi è mai capitato di trovare videogame che, tra i requisiti consigliati, riportavano più di 8 GB di RAM.
Nemmeno quei mattoni sacri della saga “Metro”.
Pertanto fatti bastare 16 GB: risparmi e vai alla grande. Interessante, non trovi?

Se vuoi gustare gli effetti di luce RGB di cui son capaci le G.Skill, allora fai un giro nel sito del produttore. Poi compara i prezzi delle G.Skill in questa configurazione (16 GB, 2 banchi da 8GB, 3200 Mhz) su Idealo.
E se ritieni che quella di Amazon sia una buona offerta, corri ad acquistarle. Attualmente le ho trovate in offerta a poco meno di 155 euro, e ne ho approfittato. Magari l’offerta è ancora valida. Controlla.

Hard Disk: M.2 NVMe Western Digital Black da 250 GB

Beh, per una configurazione del genere non mi sarei mai permesso di scegliere niente di meno. Un Western Digital è un Hard Disk affidabile e potente.
Un western digital Black è l’high-end della Western Digital. E quindi ancora più affidabile e ancora più potente.

250 GB sono sufficienti per gestire il sistema operativo e i tre/quattro videogiochi che preferisci. Potresti anche usare un Optane, ma la differenza di prezzo e prestazioni non giustificherebbe l’impresa.

Con un WD Black hai un transfert rate di 32 GB per secondo e una capacità di lettura/scrittura di almeno 3.5 GB per secondo. Ovvero almeno 7 volte superiore a un classico SSD.
Controlla i dettagli di questo hard disk sul sito di Western Digital.
Poi valuta l’oscillazione dei prezzi su Idealo. E infine, se ritieni che l’offerta di Amazon sia adeguata, procedi ad acquistarlo nella versione 2019 SN750.

Hard Disk: Seagate Barracuda 7200 RPM, 1 TB

La Seagate fa ottimi hard disk. La serie Barracuda non ha bisogno di tante parole. E’ un hard disk affidabile, veloce e capiente.
Ben più che sufficiente a gestire grossi quantitativi di dati e una frequente R/W dei cluster.

7200 RPM garantiscono un’ottima velocità di ricerca e i 64 MB di buffer sono la ciliegina sulla torta. Il prezzo, poi, rende questo prodotto imperdibile.
Attualmente puoi trovarlo in offerta a 35 euro su Amazon, e se l’affare di piace, corri ad acquistarlo.

Le oscillazioni di prezzo, per questo prodotto, sono minime. Ma se vuoi scandagliare la rete per cercare un’offerta migliore, segui questo link.

Alimentatore PSU: ThermalTake Smart PRO RGB da 750 Watt

Una configurazione di questo stampo non può avere nulla di meno che 750 Watt di potenza nominale. D’altra parte la scheda video RTX 2080 richiede comunque un impegno di almeno 260 Watt con picchi prossimi ai 650 Watt.
E tu non vorrai di certo farla soffire, giusto?

Lo Smart PRO RGB di ThermalTake è un alimentatore ben progettato e ottimamente assemblato con la saggezza e l’esperienza di ThermalTake.
Innanzitutto è un alimentatore molto silenzioso, il che non guasta mai. Giusto?

E poi ha una bella ventolona RGB con cui puoi divertirti in interessanti effetti di luce.
Ma il cuore di questo alimentatore è il sistema antivibrazione e il grande condensatore di ottima fattura giapponese, inclusi nella scocca. Inoltre è un alimentatore modulare, ovvero garantisce un eccellente livello di cable-management a un prezzo a dir poco conveniente.

Poco più di novanta euro sono davvero soldi ben spesi per un alimentatore da 750 Watt, modulare, con un certificato 80 plus Bronze.
Ora leggi le specifiche di questo prodotto direttamente sul sito di ThermalTake. Poi compara i prezzi nella rete, non si sa mai: potresti trovare offerte interessanti.
Ma se l’offerta di Amazon ti stuzzica, allora procedi con l’acquisto. Il prezzo proposto è molto buono.

Case PC Cabinet: ThermalTake Core X71

Ecco un prodotto eccellente. Costa esattamente quanto deve costare un cabinet PC di alta qualità. E offre molto di più di quello che Cabinet analoghi sono in grado di proporre.

Certo, potrebbe sembrarti un impegno eccessivo per una banale “scocca” da PC. Ma se vuoi che il PC assemblato rimanga fresco, pulito ed efficiente, non puoi accontentarti di nulla di meno.

In questo Cabinet (che è un Full-Tower) hai spazio per 15 ventole di raffreddamento, un alloggiamento separato per l’alimentatore, il supporto verticale della scheda video, rack per gli hard disk rimovibili e modulari, uno spazio per dissipatori CPU fino a 180 mm e spazio per schede grafiche fino a 420 mm.
Insomma, hai tutto lo spazio per metterci quello che vuoi.

Inoltre hai spazio e organizzazione sufficiente per un cable-management di tutto rispetto. Nella confezione sono presenti gli smorzatori per i cavi, i vanity-slot per gli hard disk (sia da 3.5 che 2.5) e ben due ventole frontali thermaltake RGB e una posteriore preinstallate.

Ti consiglio di guardare la galleria delle immagini sul sito di ThermalTake per renderti conto della qualità del prodotto. I prezzi proposti sono abbastanza allineati, ma ogni tanto è possibile trovare delle buone offerte.
Amazon lo vende a un prezzo discreto, e data la disponibilità dei resi entro 30 giorni e la spedizione in 24 ore, direi che l’offerta è accettabile.

Cooling PC Fan: ThermalTake Riing 14, e ThermalTake PL12BU da 120mm

Innanzitutto il colore. Blu. Perché il Cabinet viene fornito con piacevoli illuminazioni sfumate in blu. Poi, la potenza.
Oltre a un’importante architettura e alla garanzia di una buona marca, le ventole della ThermalTake riescono, meglio di altre, a bilanciare prestazioni e silenziosità.

Le ThermalTake Riing 14 spostano più di 50 piedi cubici di aria ogni ora. Girano a una frequenza di 1.400 rotazioni al minuto e emettono al massimo 28 Db alla massima velocità e 22 in idle.
Inoltre sono illuminate da una gustosa fasciatura LED di colore blu.

Le ThermalTake PL12-BU sono più piccole ma egualmente efficienti. Sono ventole da 120 mm (le Riing 14 sono da 140 mm) e calzano perfettamente con gli scomparti inferiori del Cabinet proposto.
Anch’esse sono allegramente illuminate di blu e offrono una potenza più che adeguata per espellere aria dal cabinet.

Sono ventole dotate di buona pressione statica: 2 mm/H2O. Spostano circa 40 piedi cubici di aria ogni ora (il cosiddetto CFM). E ruotano a una frequenza compresa tra i 1000 e i 1500 giri al minuto.
E sono anche silenziose? Sì. Sono silenziosissime. Emettono soli 18 Db a regime idle e non superano i 23 alla massima potenza.

Se sei curioso, guarda le specifiche tecniche di queste ventole sul sito produttore ThermalTake: La Riing 14 e la PL12.
Le offerte migliori per queste ventole si trovano su Amazon. Oramai controllo i prezzi dell’hardware da così tanto tempo che so già a cosa vado incontro.
Quindi, se hai deciso di acquistare le ThermalTake Riing 14, clicca qui.
Se hai optato per le ThermalTake PL12, clicca qui. Ma ricorda che di queste ultime te ne servono almeno 4.

Qui sopra puoi trovare un carosello di riepilogo hardware. Clicca sui prodotti che ti interessano per valutare offerta, prezzo, caratteristiche e tempi di consegna.

Di seguito, invece, ti propongo un bottone per aggiungere tutto al carrello di Amazon. Con un solo click.
Poi valuta l’offerta e acquista subito per ricevere l’intera Build domani stesso.

Qualche considerazione sulla PC Build

Assemblare un PC Gaming Intel “Extreme” significa voler giocare alla massima qualità possibile. Ora hai una scelta da operare: puoi giocare in 4K (3860×2160) accettando compromessi sulla qualità delle textures o puoi giocare in 4K ai massimi dettagli accettando qualche compromesso sulla fluidità.

Oppure puoi giocare in Full HD (1920×1080), col Ray Tracing attivo (se il videogame te lo permette), senza nessun compromesso.
Setta i dettagli “ultra”, alza i filtri anisotropici, carica al massimo l’anti-aliasing e preparati a giocare ad almeno 100 FPS.

In entrambi i casi devi avere monitor adeguati alla richiesta. Di certo un monitor full-HD compatibile con G-Sync è preferibile (per prezzo e qualità) a un monitor ultra-HD di pari livello, ma senza il G-Sync o il controllo HDR dei colori.
Ed è altrettanto vero che per lo stesso prezzo puoi aspirare a una diagonale molto maggiore in un Full-HD rispetto al 4K.
Ad ogni modo, il mondo dei monitor è faccenda a sé stante.
Così come lo sono i gusti personali.

E non si può risparmiare su qualcosa?

Certo. Si può risparmiare su tutto.
Ma se hai scelto di leggere un articolo per assemblare un PC con 2200 euro di hardware, evidentemente puoi permettertelo. Ottimo.

In ogni caso sappi che le Build proposte hanno una caratteristica fondamentale: devono valere ogni euro speso. Ovvero, sarebbe inutile abbassare il livello della scheda madre per montare un Intel Core I9 9900K.

Se volessimo orientarci su schede madri di livello inferiore (ma sempre con chipset Z390), dovremmo anche ridimensionare il livello dei processore a un Intel Core I7-8700K (ti suggerisco di lasciar perdere il Core I7-9700K, non rende quanto costa).

E se ridimensionassimo il livello del processore, non potremmo fare altro che diminuire il carico di lavoro della scheda video. Con un processore incapace di raggiungere una frequenza computazionale di almeno 4.3/4.5 Ghz, installare una RTX 2080 sarebbe come avere un ferrari alimentato a GPL.

E così, per tutto il resto della configurazione hardware

Ridimensionare l’alimentatore, significherebbe ridurre l’energia elettrica disponibile nel VRM. Un VRM in sofferenza farebbe soffrire l’intera configurazione.
Avere delle RAM meno performanti, magari con una frequenza inferiore o un CAS-Latency elevato, renderebbe vano il supporto OC ed XMP della scheda madre.

Nell’equilibratura di una Build occorre tener conto di tutto. Anche dell’air-flow management. Avere un I9 9900K e non raffreddarlo con un discreto sistema a liquido, penalizzerebbe le possibilità di overclock.

E se non vuoi fare overclock, perché ti orienti su un processore con moltiplicatore sbloccato?

Un pizzico di vanità

Certo, potrei consigliarti un Cabinet differente. Sì, potrei.
Ma la spesa scenderebbe di 70/80 euro. Non di più.
Così, mi son detto, perché non concedersi un pizzico di vanità. Perché lesinare sul Cabinet, quando puoi avere un componente di altissima qualità e di grande facilità d’uso.

E se un domani volessi montare un NV-LINK con due RTX 2080? Non tutti i cabinet sono predisposti a contenere due RTX 2080.
Ma, soprattutto, non tutti i cabinet sono predisposti a raffreddare due RTX 2080 e un Core I9 9900K.

Quindi, se quello che vuoi è un PC capace di maxare le performance del Full-HD, e di lavorare egregiamente in 4K, non hai scelte tanto diverse dalla build proposta.
A meno di, ovviamente, cambiare architettura.

Si può fare di più

Naturalmente. Al meglio non sembra esserci mai un limite.
Puoi alzare il livello di gioco e maxare le performance in 4K scegliendo una RTX 2080 TI di Zotac.
Puoi elevare anche la prestazione generale del PC utilizzando altri banchi RAM DDR4 come le G.Skill TridZ K2 con un CAS Latency di 14 ns e una velcità di 3200 Mhz.

Acquista su Amazon.it

Ma, ovviamente, dovrai affrontare una spesa superiore.
E di questo ci occuperemo nelle prossime build. Se hai domande o vuoi fare qualche considerazione, commenta l’articolo. Mi fa piacere.
Per ulteriori informazioni puoi contattarmi in privato attraverso l’apposito modulo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here