Home Europa Italia Un giorno al Forte di Bard

Un giorno al Forte di Bard
U

Che tu l’abbia ammirato dall’autostrada in uno dei tuoi viaggi in Valle d’Aosta o solo in alcune scene del film “Avengers”, questo imponente complesso monumentale merita una visita.

Nell’Ottocento invalicabile fortezza di sbarramento della valle, oggi è un centro museale all’avanguardia in una cornice paesaggistica spettacolare.

Booking.com

Come arrivare al Forte di Bard

Il forte è raggiungibile con l’autostrada A5 Torino – Aosta.
Se arrivi da Torino prendi l’uscita Pont Saint Martin, se vieni da Aosta prendi l’uscita Verres. Segui la strada statale 26.

Ai piedi del forte troverai un parcheggio multipiano a pagamento (tariffa senza limiti di tempo: €3 nei giorni feriali e €4 nei festivi). Lungo la SS 26 ci sono dei parcheggi gratuiti collegati al forte con una navetta, ma solo nei giorni festivi.

Se vuoi raggiungere il forte con un treno locale, la stazione di riferimento è Hone-Bard (a circa 600 mt di distanza).
Nella tratta ferroviaria Torino-Aosta le stazioni più vicine sono quelle di Verres e di Pont Saint Martin servite da un’apposita navetta di collegamento con Bard.

Cosa vedere nel Forte di Bard

Puoi raggiungere la sommità della fortezza dal Borgo di Bard utilizzando gli ascensori panoramici (che normalmente sono gratuiti), oppure attraverso le passerelle e le scale lungo il percorso interno delle mura.

Dalla cima potrai decidere se accedere alla biglietteria e visitare le prigioni e le altre aree museali che sovente espongono mostre a tema, o scendere attraverso un percorso pedonale, inerpicato sul crinale del colle, godendo di affacci e scenari fantastici.

Se decidi di visitare anche le aree museali ti consiglio di acquistare il biglietto cumulativo che comprende il museo delle Alpi, le prigioni e il museo delle fortificazioni (il costo è di 15,00 euro).
Il forte è sede di mostre temporanee, per vedere quelle in corso e il programma dei futuri allestimenti visita il sito: www.fortedibard.it.

Oltre la visita

All’interno del forte puoi concederti una pausa presso la caffetteria o se, come me, sei una buona forchetta puoi pranzare al ristorante. Solitamente diffido dei ristoranti all’interno di queste strutture perché il rischio è che siano troppo commerciali e offrano menu turistici a prezzi elevati, ma non è questo il caso. Il ristorante “La Polveriera” offre piatti tipici della cucina valdostana a prezzi onesti.

Se invece vuoi pernottare in un posto romantico e speciale puoi soggiornare all’interno dell’Hotel Cavour et des Officiers ricavato nelle sale della vecchia guarnigione.
Dormire tra le mura di una fortezza è un’esperienza unica.
Prima di andare via concediti una passeggiata, ai piedi del forte, nei vicoli del borgo omonimo: un affascinante e suggestivo paesino di casette in pietra, dove concedersi un aperitivo o una merenda in uno dei locali tipici che offrono taglieri e panini.

Consigli utili:
– il forte è chiuso il lunedì;
– se puoi evita i giorni festivi, ti godrai meglio la visita;
– gli ascensori e i due percorsi pedonali sono sempre gratuiti;
– con l’abbonamento musei l’ingresso è gratuito sia per le mostre permanenti che per quelle temporanee;
– è consentito l’accesso ai nostri amici a quattro zampe tenuti al guinzaglio, in tutte le aree esterne.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here